Unieuro è a tutti gli effetti una public company, con un flottante pari a circa l’80% del capitale.

Il nuovo status è maturato a seguito della graduale fuoriuscita dal capitale da parte dell’operatore di private equity Rhône, che grazie all’IPO in Borsa Italiana (aprile 2017) e a tre successivi collocamenti, dal gennaio 2020 ha azzerato la sua partecipazione, inizialmente pari al 70,5% del capitale. (Leggi il comunicato stampa).

Il flottante si è ulteriormente ampliato nel gennaio 2021, a seguito della cessione sul mercato della quota di capitale di Unieuro originariamente di proprietà di Dixons Carphone plc. (Leggi il comunicato stampa)

Nell’aprile 2021, l’operatore di telecomunicazioni Iliad ha annunciato l’acquisto una partecipazione pari a circa il 12% del capitale sociale di Unieuro (Leggi il comunicato stampa).
Sulla base delle informazioni ad oggi disponibili, gli altri maggiori azionisti di Unieuro sono la società di gestione del risparmio Amundi Asset Management (8,2% del capitale), Mediolanum Gestione Fondi Sgr (4,3%), il signor Giuseppe Silvestrini (4,2%) e J.P. Morgan Asset Management (3,7%).

A seguito del completamento del Programma di acquisto di azioni proprie deliberato dal Consiglio di Amministrazione in data 11 novembre 2021, dall’11 gennaio 2022 Unieuro detiene 600.000 azioni proprie, pari al 2,9% del capitale sociale.

Fonti: Consob; verbale dell’Assemblea degli Azionisti del 15 giugno 2021.

Consulta e scarica i documenti relativi ai Patti Parasociali di Unieuro S.p.A.