https://marketinsight.it/wp-content/uploads/2019/09/Unieuro-Negozio-EsternoCC2.jpg

Unieuro ha partecipato il 26 e il 27 maggio alla Virtual Star Conference di Borsa Italiana.

Insieme al Top Management, alla 19^ edizione dell’evento ha partecipato anche Andrea Moretti, Investor Relations Director della società romagnola, che in un’intervista a Market Insight trae le conclusioni della due-giorni dedicata agli incontri via Zoom con gli investitori.

Andrea Moretti, Investor Relations Director di Unieuro

“Siamo molto soddisfatti per come si sono svolti gli incontri”, prosegue Moretti,“seppure in un contesto completamente inedito che ha reso necessaria una gestione del tutto virtuale, nel rispetto delle misure di distanziamento sociale volte al contenimento del contagio”.

“Nonostante infatti le difficoltà dovute all’impossibilità di tenere gli incontri fisicamente”, aggiunge l’IR Director, “la tecnologia ha permesso lo svolgimento dell’evento in maniera fluida e ottimale, consentendo l’organizzazione degli incontri diretti con gli investitori senza alcuna difficoltà, grazie anche al continuo supporto di un operatore che ha seguito tutto l’evento con grande professionalità. Ringraziamo quindi Borsa Italiana e i suoi partner che hanno reso possibile questo immancabile appuntamento nel nostro calendario finanziario”.

“Lato Unieuro, la rappresentanza era composta dall’amministratore delegato Giancarlo Nicosanti Monterastelli, naturale referente dei nostri maggiori azionisti, dal CFO Italo Valenti, che ha trattato le dinamiche economiche e patrimoniali dell’azienda pre e post Covid-19, e dalla Chief Omni-Channel Officer Bruna Olivieri, che ha esposto le linee guida strategiche alla luce della significativa evoluzione del contesto competitivo.”

“L’interesse manifestato dagli investitori nei confronti di Unieuro è stato elevato. Nel corso dei due giorni”, sottolinea Moretti,“sono stati infatti organizzati 11 incontri con 27 investitori, di cui la metà internazionali di 5 diverse nazionalità, ma anche con analisti finanziari e salespeople dei più importanti broker italiani, tutti molto interessati agli sviluppi attuali e futuri del business”.

“Inoltre l’evento si è tenuto a breve distanza dall’approvazione del bilancio d’esercizio 2019/20, nel quale abbiamo conseguito ancora una volta risultati record che hanno consolidato la nostra leadership di settore, e dall’aggiornamento al mercato delle azioni implementate per affrontare e gestire l’emergenza sanitaria”.

“Quest’ultimo tema, in particolare”, evidenzia Moretti,“ha catalizzato l’attenzione in tutti gli incontri con gli investitori, attuali e potenziali”.

“Durante l’evento il focus degli investitori si è concentrato sugli ultimi sviluppi del business e sui risultati economico-patrimoniali conseguiti dall’azienda”.

“Archiviati gli ultimi mesi di grande straordinarietà per via dell’emergenza”, continua Moretti, “maggio rappresenta il mese di ritorno a una sorta di normalità: stiamo osservando una ripresa dei consumi e con la fase due anche del traffico nei punti vendita”.

“Questo ha comportato una graduale ripresa delle regolari attività, naturalmente nel massimo e costante rispetto delle misure di sicurezza e igiene volte alla tutela di tutti i nostri dipendenti e clienti”.

“Per gli investitori diventa dunque fondamentale comprendere i meccanismi rilevati nel mese di maggio, interessanti per stimare con maggiore precisione quello che avverrà nel corso dell’esercizio”.

Da segnalare infine, riporta Moretti, “che ad oggi il flottante di Unieuro è superiore all’85 % e che di di questo, fra il 20% e il 25% sono investitori retail”.

“Per un’azienda come la nostra – con una dividend policy chiara e generosa e con un marchio particolarmente noto a livello consumer – si tratta di una percentuale che riteniamo essere corretta. La quota restante è riconducibile a investitori istituzionali, italiani e stranieri e rappresenta la maggioranza assoluta del capitale: un livello decisamente auspicabile”.