https://marketinsight.it/wp-content/uploads/2019/09/Unieuro-Sede5.jpg

Il Cda di Unieuro si riunirà il prossimo 11 maggio per l’approvazione del bilancio al 28 febbraio 2022.

Sulla base delle più recenti stime elaborate dagli analisti attivi sul gruppo romagnolo nell’esercizio 2021/22, la marginalità è attesa in calo dopo il boom irripetibile dell’anno Covid.

L’Ebit adjusted è dunque atteso a 73,2 milioni (86,8 milioni nel FY20/11), mentre l’utile netto adjusted è previsto a 51,8 milioni (66,9 milioni nel FY20/11), a fronte del quale gli analisti stimano in media un dividendo di 1,24 euro per azione.

Sul fronte patrimoniale la liquidità netta è stimata a 133,4 milioni, in calo rispetto a 154,8 milioni al 28 febbraio 2021, dopo che la Società ha distribuito lo scorso mese di giugno 53,8 milioni in dividendi e, tra dicembre e gennaio, 12,3 milioni sotto forma di buyback.

Si ricorda che lo scorso 23 marzo Unieuro ha annunciato ricavi preliminari saliti del 9,9% a 2,95 miliardi.